Letterature Off

Venerdi 18 maggio parte una nuova avventura per l’Associazione Mia – che assieme a Tuba organizza Inquiete Festival di scrittrici a Roma – un nuovo festival che affianca il tradizionale Festival Letterature di Massenzio. L’ avventura terminerà a fine giugno e si svolgerà a rotazione in una rosa di Biblioteche Di Roma
Letterature Off. Parte oggi pomeriggio e si concluderà a fine giugno avrà una programmazione per adulti e bambini. Libri, circo, storie, musica e passeggiate letterarie. Un posto magico. Ci trovate lì, venite! Sarà bello…

L’Off di Letterature avrà luogo in cinque biblioteche di Roma

8 e 9 giugno
Biblioteca Goffredo Mameli

Venerdì 8 giugno

19.00 Presentazione
Princesa e altre regine, 20 voci per le donne di Fabrizio De Andrè (Giunti 2018)
con Concita de Gregorio

20.00 Comicità letteraria
“Best off” di e con Claudio Morici

Sabato 9 giugno

10.00 Rassegna stampa live
con Annalisa Camilli (Internazionale)

11.30 Passeggiata letteraria
con Irene Ranaldi a cura dell’Associazione Ottavo Colle

17.00 Favole a merenda
Letture animate a cura dell’Associazione Cartastraccia
Età consigliata: dai 3 anni

18.30 Diritto e rovescio
Walter Siti dialoga con Christian Raimo a partire dal suo libro “Pagare o non pagare” (nottetempo, 2018)

19.00 Spettacolo per bambini e bambine
Alfonsina e il circo
di Bianco Teatro e Compagnia Ti con Zero
con Michele Baronio, Tamara Bartolini e @Fernanda Pessolano
Età consigliata: dai 5 agli 11 anni

15 e 16 giugno 2018 
Biblioteca Collina della Pace

Venerdì 15 giugno

17.30 Passeggiata letteraria
con Irene Ranaldi a cura dell’Associazione Ottavo Colle

19.00 Presentazione
“Miden” (Mondadori, 2018)
di e con Veronica Raimo, insieme a Carola Susani

20.00 Spettacolo letterario
“Roma & La Poesia. Come L’Oro”
uno spettacolo di poesia e musica di e con Giulia Ananìa

Sabato 16 giugno

17.00 Favole a merenda
Letture animate a cura dell’Associazione Cartastraccia
Età consigliata: dai 3 anni

17.30 Cinque libri per parlare di… Scrittura
Nadia Terranova traccia un percorso di lettura per raccontare i cinque libri che l’hanno aiutata a scrivere

19.00 Diritto e rovescio
“Scie chimiche, complotti e altre amenità”
Silvia BencivelliAndrea Capocci e Chiara Lalli in un dibattito su etica, scienza e informazione
19.00 Spettacolo di burattini
“Favole al contrario”
di Baracca e burattini, con Emanuela Maiorani e Daniele Miglio
Età consigliata: dai 2 agli 8 anni

22 e 23 giugno
Biblioteca Cornelia

Venerdì 22 giugno

18.30 Presentazione
Le assaggiatrici (Feltrinelli 2018)
di e con Rosella Postorino, insieme ad Alessandra Pigliaru

20.00 Comicità letteraria
@U.G.O.

Sabato 23 giugno

10.00 Rassegna stampa live
con Roberta Carlini

11.00 Passeggiata letteraria
con Irene Ranaldi a cura dell’Associazione Ottavo Colle

17.00 Favole a merenda
Letture animate a cura dell’ @Associazione Cartastraccia
Età consigliata: dai 3 anni

19.00 Spettacolo di burattini
“Il Mago di Oz”
di Baracca e burattini, e con Patrizia Ciabatta e Daniele Miglio
Età consigliata: dai 2 agli 8 anni

19.00 Presentazione
Macerie prime. Sei mesi dopo (BAO Publishing18)
di e con (Z)ZeroCalcare, insieme a Paola Soriga

18 e 19 maggio
Biblioteca Vaccheria Nardi

Venerdì 18 maggio 

17.30 Favole a merenda
Letture animate a cura dell’Associazione Cartastraccia
Età consigliata: dai 3 anni

18.30 Cinque libri per parlare di della libertà delle donne
Cecilia D’Elia Riviello e Giorgia Serughetti tracciano un percorso di lettura a partire dal loro libro “Libere tutte” (Edizioni Minimum Fax, 2017)

19.30 Diritto e rovescio
Paolo Brogi e Lidia Ravera raccontano “Il ’68”

20.30 Comicità letteraria
“Don’t tell my mom” di e con Matteo Caccia

Sabato 19 maggio 

10.00 Rassegna stampa live
con Daniela Preziosi (il Manifesto)

11.00 Concerto a cura del Laboratorio cameristico interculturale

11.00 L’orto da asporto
Laboratorio per bambini Biodivercittà a cura di G.Eco
Età consigliata dai 4 ai 10 anni

12.15 Passeggiata letteraria
con Irene Ranaldi a cura dell’Associazione Ottavo Colle

16.00 Favole a merenda
Letture animate a cura dell’Associazione Cartastraccia
Età consigliata: dai 3 anni

17.00 Spettacolo di teatro circo
“Hop-Hop” di e con Simone Romanò

18.00 Presentazione
Dalle macerie. Cronache dal fronte meridionale di Alessandro Leogrande (Feltrinelli, 2018)
con Cecilia D’Elia Riviello, @Vins Gallico e Salvatore Romeo

19.00 Presentazione
Palazzo d’ingiustizia. Il caso Robledo e l’indipendenza della magistratura. Viaggio nelle procure italiane (Marsilio Editore, 2018)
di e con Riccardo Iacona, insieme a Danilo Procaccianti e Pietro Del Soldà

25 e 26 maggio 
Biblioteca Ennio Flaiano

Venerdì 25 maggio 

17.00 laboratorio
“Adotta una scienziata” a cura di Vichi De Marchi e @Roberta Fulci
a partire dal libro “Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 Scienziate”, Editoriale Scienza, 2018
Età consigliata: dai 10 anni

17.30 Passeggiata letteraria
con Irene Ranaldi a cura dell’Associazione Ottavo Colle

19.00 Presentazione
Lealtà di Letizia Pezzali (Einaudi 2018)
con Letizia Pezzali e Barbara Leda Kenny

20.00 Comicità letteraria
“Libretti di Sgombro Il varietà in biblioteca”

Sabato 26 maggio 

10.00 Rassegna stampa live
con @Giovanna Casadio (la Repubblica)

10.30 Laboratorio
A partire dal libro “Quellilà” ( @Edizioni EDT, 2018) di e con Daniele Movarelli
Età consigliata: dai 5 anni

17.00 Favole a merenda
Laboratorio “I fili, l’InQuietudine e Frida” a cura dell’ @Associazione Le Funambole a partire dal libro “Frida Khalo” di Nadia Fink e Pitu Saá (Rapsodia Edizione 2017)

17.30 Cinque libri per parlare di … Politica
Alessandro Mazzarelli traccia un percorso di lettura a partire dal suo ultimo libro “L’uomo in blu” (Elliot Edizioni, 2018)

19.00 Diritto e rovescio
Damasco: “nessuno può darmi più sicurezza, ma anche più insicurezza della mia famiglia”
Suad Amiry dialoga con Chiara Comito

19.00 In collaborazione con Aniene Festival, Spettacolo di burattini
“Tana libera tutti”
di Baracca e burattini
con Massimiliano Maiucchi e Daniele Miglio
Età consigliata: dai 2 agli 8 anni

Letterature OFF è ideato e organizzato per Biblioteche di Roma e il Festival delle Letterature dall’Associazione MIA (e in particolare da Francesca ManciniMaddalena VianelloBarbara PiccoloBrina Kenny).

Genitori in Città : aperitivo per Salutarci

Care mamme e cari papà,
come molti degli appuntamenti da genitori, la scorsa settimana anche quelli di Genitori in Città si sono conclusi!
In pieno stile Gic, ci piacerebbe salutare tutte e tutti voi il prossimo 19 giugno a partire dalle 18.30 da Tuba Bazar, avremo a disposizione il cortiletto interno in modo da goderci la serata in tranquillità, tra chiacchiere e bevande più o meno alcoliche.
Come al solito, vi chiediamo di segnalare la vostra partecipazione in modo da potervi accogliere al meglio scrivendo a genitoriincitta@gmail.com
Vi aspettiamo!

Si è conclusa la quinta edizione di Bande de Femmes

Si è conclusa la quinta edizione di Bande de Femmes, il Festival di fumetti e illustrazione organizzato dalla libreria Tuba Bazar in collaborazione con Biblioteche Di Roma, con il sostegno di MiBACT e SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – copia privata per la cultura, per i giovani”.
Sono stati tre giorni intensi e bellissimi in cui abbiamo potuto incontrare fumettiste e fumettisti, conoscerli, ascoltarli, dialogare con loro e vederli disegnare dal vivo e li vogliamo ringraziare per aver accolto il nostro invito. Grazie a tutte le artiste e gli artisti che hanno risposto alla nostra Call Periferie Plurali e a quelle che hanno partecipato al laboratorio Fare Rivista. Grazie ai luoghi che hanno accolto le loro mostre trasformando il Pigneto in una galleria diffusa.

Grazie anche alle case editrici che sono state sempre disponibili.

Sono state davvero numerose le persone che hanno fatto sì che il festival si svolgesse in quest’atmosfera festosa e allo stesso tempo carica di contenuti e vorremmo ringraziarle tutte.

Vorremmo ringraziare in primo luogo Marta Bencich per essersi buttata anima e corpo in questa avventura e di averlo fatto con competenza e leggerezza. Grazie alle nostre partner del cuore: le bibliotecarie della Biblioteca Goffredo Mameli che sono state sorridenti, disponibili, professionali. Grazie a Rita Petruccioli, Alessio Trabacchini, Susanna Scrivo, Nancy Natali e Silvia Calderoni per averci accompagnate e averci aiutate a gestire le piccole grandi emergenze. Grazie a Laura Scarpa, Giulia Argnani, Assia Petricelli e Gemma Vinciarelli che hanno animato il laboratorio Fare rivista e il festival.

Grazie a Veronica che è stata una guida eccezionale e ha accompagnato le persone alla scoperta di tutte le mostre. Ringraziamo le anche Playgirls from Caracas, Mico e Juicy per le loro emozionanti performance.
La nostra gratitudine va a Simone Tso che ha disegnato la gang di Wonder Tuba e tutta la grafica di Bande de Femmes, a Maila Iacovelli che ha fotografato il Festival e a Cristina Petrucci che lo ha filmato. Grazie al nostro team comunicazione: Teresa Di Martino e Serena Fiorletta che hanno curato l’ufficio stampa, Maria Cafagna che ha seguito i social. Grazie a Valentina Colozza e Milena Miccio che hanno reso alcuni incontri accessibili ai sordi e a Luce Lacquaniti che ha interpretato per noi le potenti parole di Una. Grazie per il fondamentale sostegno a Renato, a Sara e a tutte le volontarie e i volontari che ci hanno aiutato in questi tre giorni, siete stati preziosi! Ringraziamo anche Officine zero per l’allestimento e Tiziano che ha seguito la tecnica.

Ma soprattutto vogliamo ringraziare il pubblico che ha partecipato numeroso al festival, tutto questo senza di voi non avrebbe senso.

È stato bellissimo, ci vediamo l’anno prossimo!

Tuba

14-16 giugno Bande de Femmes

La prossima edizione di Bande de Femmes si svolgerà a Roma al Pigneto dal 14 al 16 giugno. Due le location: la Libreria Tuba e la Biblioteca Goffredo Mameli.
Quest’anno l’iniziativa è stata possibile con il sostegno di MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.
Scarica il programma completo in formato PDF.

 

GIOVEDÌ 14 GIUGNO

Tuba

18.00 Vernissage e visita guidata alle mostre di Periferie Plurali Passeggiata in compagnia di una curatrice alla scoperta delle mostre della galleria diffusa
22.30 Due matte parlano di… periferia Con Silvia Rocchi e Takoua Ben Mohamed.
Due matte è una pillola di felicità, una curiosa intervista a specchio tra due autrici. Mentre si intervistano a vicenda in maniera molto informale, si ritrovano catapultate in un ruolo diverso da quello che assumono di solito nei festival, e oltre a rispondere alle domande possono finalmente farne qualcuna anche loro.

 

Biblioteca Goffredo Mameli

19.00 Presentazione di Brucia di Silvia Rocchi, con l’autrice e Rita Petruccioli *
19.45 Presentazione del nuovo numero della rivista antologica Crisma #3 con Gemma Vinciarelli, Silvia Rocchi e Teresa Di Martino (direttrice della rivista DWF)
20.30 Presentazione di Stelle o sparo, di Nova. L’autrice dialoga con Alessio Trabacchini (critico di fumetti) *
21.30 Presentazione di War Painters 1915-1918. Come l’arte salva dalla guerra di Laura Scarpa. Con l’autrice, Giulia Caminito (scrittrice) e Nicolette Mandarano (storica dell’arte)

* Eventi dove sarà garantito il servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana – LIS

 

VENERDÌ 15 GIUGNO

Tuba

18.00 Visita guidata alle mostre di Periferie Plurali Passeggiata in compagnia di una curatrice alla scoperta delle mostre della galleria diffusa.
23.00 Live painting di Rita Petruccioli & djset di Mico Contaminazione tra musica, fumetto e illustrazione.
23.45 Musica dal vivo: Juicy

 

Biblioteca Goffredo Mameli

18.00 Superchicche: Gloria Pizzilli incontra Alessandra Migani (curatrice d’arte).
Superchicche è un volo nel mondo di una fumettista o di un’illustratrice
18:45 Chicche Antiche: Grazia Nidasio raccontata da Laura Scarpa.
Chicche Antiche è un viaggio nel tempo alla scoperta di fumettiste che hanno fatto la storia. Attraverso le parole di un’autrice o una studiosa esploriamo l’opera di donne che hanno lasciato il segno.
19.30 Due matte parlano di… fare memoria attraverso i fumetti. Con Eva Rossetti (Il mio Salinger) e Roberta Balestrucci Fancellu (Ken Saro-Wiwa. Storia di un ribelle romantico). Due matte è una pillola di felicità, una curiosa intervista a specchio tra due autrici. Mentre si intervistano a vicenda in maniera molto informale, si ritrovano catapultate in un ruolo diverso da quello che assumono di solito nei festival, e oltre a rispondere alle domande possono finalmente farne qualcuna anche loro.
20.30 Presentazione di Corpi sonori di Julie Maroh. Con l’autrice e Antonia Caruso (attivista trans/femminista) *
21.30 Immaginari LGBTQI e fumetti: dialogo d’autore. Con Frad, Julie Maroh, Nino Giordano, Giulia Argnani, Ariel Vittori, Fabio Mancini e Nicolò Pellizzon e Giopota. Sul palco del festival un evento a più voci per restituire la complessità della narrazione delle vite e delle relazioni LGBTQI. *

*Eventi dove sarà garantito il servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana – LIS

 

SABATO 16 GIUGNO

Tuba

10.00 Pennelli a colazione: incontro con Alice Milani Presentazione di Marie Curie, l’autrice dialoga con Francesca Riccioni
11.00 Visita guidata alle mostre di Periferie Plurali (in lingua inglese). Passeggiata in compagnia di una curatrice alla scoperta delle mostre della galleria diffusa.
11.00 Presentazione di Haxa di Nicolò Pellizzon, l’autore dialoga con Susanna Scrivo (traduttrice)
12.00 Chicche Antiche: Tove Jansson raccontata da Anna Zani (bibliotecaria)
12.45 Pranzo a colori con Tuono Pettinato e Francesca Riccioni, gli autori di Non è mica la fine del mondo dialogano con Alessio Trabacchini
13.30 Due matte parlano di… città con Marta Baroni e Giopota.
17.00 Visita guidata alle mostre di Periferie Plurali Passeggiata in compagnia di una curatrice alla scoperta delle mostre della galleria diffusa. Visita guidata in LIS su prenotazione (bandedefemmes[at]gmail.com) *
22.30 Live painting di Una & performance delle Playgirls From Caracas. Contaminazione tra musica, fumetto e illustrazione.
23.30 Super Power Party con djset di Playgirls From Caracas.

 

Biblioteca Goffredo Mameli

16.15 Presentazione de I gioielli di Elsa di Sarah Mazzetti. L’autrice dialoga con Assia Petricelli (sceneggiatrice e documentarista)
17.15 Presentazione de Guardati dal Beluga magico di Daniel Cuello.  L’autore dialoga con Frad
18.00 Merenda a fumetti con Sarah Mazzetti. Laboratorio per bambine e bambini: realizzazione di un fumetto-gioiello
18.00 Superchicche: Claudia Nuke Razzoli incontra Susanna ScrivoSuperchicche è un volo nel mondo di una fumettista o di un’illustratrice.
19.00 Incontro fra Eliana Albertini (autrice di Luigi Meneghello. Apprendista italiano) e Laura Fuzzi (fumettista e animatrice del film La strada dei Samouni). Le due artiste dialogano con Cristina Petrucci (Tuba)
20.00 La mia cosa preferita sono i mostri. Viola Lo Moro (Tuba) presenta il fumetto di Emil Ferris
20.30 Presentazione di Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano, di Eleonora Antonioni e Francesca Ruggiero. Le autrici dialogano con Marta di Cola (Scosse) e Giulia Franchi (Scosse). *
21.30 Presentazione di Io sono Una, di Una. Laura Schettini (Società delle storiche) e Barbara Ferraro (scrittrice) dialogano con l’autrice. *

*Eventi dove sarà garantito il servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana – LIS

 

La mostra PERIFERIE PLURALI

  • TUBA via del Pigneto 39A – MARIA MARTINI
  • MEZZO via del Pigneto 19 – EMANUELA SALVATORI
  • L’INFERNOTTO via del Pigneto 31/33 – VALENTINA GALLUCCIO
  • IL TIASO via Perugia 20 – LAURA ANGELUCCI
  • CLUB 55 via Perugia 14 – MAURIZIO LACAVALLA
  • MAGNEBEVO via Macerata 3 – CARLOTTA RAIMONDI 
  • VITAMINAS 24 via Ascoli Piceno 40 –  FRAD
  • LIBRERIA MARINI via Perugia 18 – VALERIA BERTOLINI
  • BIBLIOTECA MAMELI via del Pigneto 22 – IL LABORATORIO FARE RIVISTA PRESENTA LA PRIMA MOSTRA COLLETTIVA DEL MOVIMENTO TUBISTA
  • PIGNETO QUARANTUNO via del Pigneto 41 – MARTA PURO
  • UROBORO BOOKSHOP via Ascoli Piceno 21 – Y_Y
  • LIBRERIA ALEGRE Circonvallazione Casilina 72/74 – COSTANZA COLETTI
  • BELIVEAT via Braccio da Montone 7 – FEDERICA DI CARLO
  • SPARWASSER via del Pigneto 215 – IRENE IORIO
  • BLUTOPIA via del Pigneto 116 – MARA BECCHETTI

 

Aspettando Bande de femmes – Genere di Noa Delclòs

 Il Festival di Fumetti e illustrazione della libreria Tuba, Bande de Femmes, si avvicina. Manca solo una settimana all’avvio della tre giorni di fumetti che invaderà il Pigneto con mostre, incontri, live paintings, djset.

Il programma dell’evento, realizzato con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, è foltissimo e verrà presentato al pubblico e alla stampa il 7 giugno alle ore 19.00 insieme ad alcune ospiti del festival.

Aspettando il Festival il 7 giugno alle 19.30 parleremo di Genere. Per Capirsi meglio, di Noa Delclòs Col (Lorusso Editore, 10 euro). Insieme all’autore ci sarà Reisa (attivista da un punto di vista femminista e intersezionale).

Con questo piccolo manuale, semplice e chiaro, scritto e illustrato da Noa Delclòs Col (attivista del collettivo Joves Trans de Barcelona), l’autore spiega i concetti base relativi al genere e alle sue manifestazioni nelle nostre vite. Un libro essenziale e dirompente, uno strumento utile da condividere il più possibile, che riesce a farci sorridere e riflettere ponendo domande difficili come: Che cos’è il genere per te?

Osservatore oscuro  il romanzo di Barbara Baraldi

Giunti editori presenta

Osservatore oscuro 
il romanzo di Barbara Baraldi presentato da Tuba Libreria
a cura di Rossana Calbi

Mercoledì 23 maggio, dalle ore 19.00 a Tuba Bazar, cinque artiste si incontrano per raccontare il ritorno della protagonista Aurora Scalviati sulle pagine di un thriller ‘Osservatore Oscuro’ edito da Giunti Editore

Dopo dieci anni dalla sua ultima presentazione a Roma, Barbara Baraldi, torna a raccontare il suo ultimo romanzo, ‘Osservatore oscuro’, con un evento che coglierà gli aspetti della sua ultima storia da molteplici angolazioni. 

Una mostra fotografica, un’esposizione di illustrazioni inedite e ispirate al romanzo, una performance live di ritrattistica dal vivo, musica e letture accompagnano il ritorno di Aurora e quello della sua autrice nella Capitale. 

Una combinazione artistica che nasce dal progetto fotografico ‘heArts’ di Laura Penna che ha ritratto, tra trentuno artiste, anche l’autrice emiliana, sarà proprio Laura Penna con le sue foto che spiegherà il volto di Barbara Baraldi sulle pareti della libreria del Pigneto. Lo sguardo si sposterà dall’autrice al suo pubblico che sarà ritratto dall’artista Linda De Zen, osservatrice attenta dei volti, delineati in un tratto continuo e fisso in una breve narrazione di chi avrà di fronte. 
Anche i visi dei protagonisti del romanzo prenderanno forma e saranno illustrati da Amalia Caratozzolo, l’illustratrice di origine siciliana regalerà dei lineamenti all’immaginario di una delle voci narranti di Bologna. 
L’attrice Luisa Borini leggerà le pagine del volume che la sceneggiatrice di Dylan Dog ha dedicato a un’eroina altrettanto coraggiosa e in cerca di una verità che la tormenta e che si sbroglierà nella musica di Nancy Natali.

Aurora Scalviati nata nell’imaginario della scrittrice pluripremiata Barbara Baraldi è illustrata da Tuba, non solo dalla voce della stessa autrice, ma da cinque artiste, che con linguaggi differenti visiteranno le angosce e la ricerca della protagonista già vincitrice del premio Garfagna in giallo e Gianno d’A(mare) come miglior romanzo del 2017. 

“Aurora rimase incantata a osservare la statua di una ragazza dai lineamenti gentili e lo sguardo velato di malinconia, con le vesti come mosse da un vento perenne e la pelle di pietra accarezzata dal bagliore lunare. Chissà cos’era successo a quella giovane donna, chissà quali erano state le sue aspirazioni, prima che una morte prematura le spazzasse via. Osservando la statua, Aurora pensò che qualcuno che la amava moltissimo avesse voluto renderle omaggio, consegnando il suo ricordo a una sorta di eternità. 
Non poté fare a meno di riflettere sul fatto che lei, invece, era sola al mondo. C’era stato un tempo in cui credeva di avere tutto. Ma poi lo aveva perso, nel giro di una sola notte.”

Festa di lancio di InQuiete Facciamolo insieme

Sabato 19 Maggio, dalle ore 20:30
@ANGELO MAI (con molto amore)

INQUIETE FACCIAMOLO INSIEME – Festa di lancio e anteprima assoluta del video di Crowdfunding per Inquiete Festival di scrittrici a Roma 2018 che si terrà dal 5 al 7 Ottobre.
Powered by Tuba Bazar

Una serata e una notte per contribuire al festival, per leggere, giocare e ballare insieme.

Giulia Ananìa con Serata Amorucci dedicherà una inQuieta selezione di lenti romantici

Black Drifter Gianni Chelli di LaRoboterie a farci sognare…
Lady Maru a farci ballare…
PLAYGIRLS from CARACAS a spedirci nelle sonorità più assurde…

* banchetti speciali per diventare la tua scrittrice del cuore a cura di Simone Tso e Riccio Capriccio Eco-parrucchieri e accendere di PiùLuce Fiammiferi illustrati le notti di luna piena

*ritratti inediti di Signora – Caryl Churchill a cura di BLUEMOTION

*ampolle di Poesie Erotiche (e non solo) di donne a cura di Sara De Simone

* chicche di letture tragipoliticletterarie femministe a cura delle donne di Inquiete Festival di scrittrici a Roma e Angelo Mai

* proiezione del Video di Crowdfunding e carrellata delle foto del backstage (Daniele Santonicola videomaker e Chiara Pasqualini fotografa)

e molto altro ancora. STAY TUNED

costo della serata 5 euro + 1 di tessera 2018

Presentazione Jessa Crispin Perchè non sono femminista

Tuba Bazar, Inquiete Festival di scrittrici a Roma, edizioni sur
presentano all’interno del tour Jessa Crispin in Italia

Giovedì 17, ore 19:00
TUBA
INCONTRO CON JESSA CRISPIN a partire dal suo libro
PERCHè NON SONO FEMMINISTA
(un manifesto femminista)

Insieme all’autrice saranno con noi Cecilia D’Elia Riviello e Giorgia Serughetti

“Negli ultimi anni assistiamo sempre più di frequente al fenomeno di attrici, cantanti e celebrità che proclamano la loro adesione al femminismo; contemporaneamente, sui social network e sui mass media sono sempre più all’ordine del giorno gli scandali legati alle molestie e le campagne contro i comportamenti sessisti. Ma qual è esattamente la natura di questo «femminismo» che tanto spesso viene chiamato in causa? Davvero basta condannare gli abusi sessuali e credere nel semplice principio che le donne hanno gli stessi diritti degli uomini, per potersi dichiarare femministe?
Questo pamphlet agguerrito e provocatorio ci mostra come il femminismo moderno, nel suo sforzo di essere il più inclusivo e universale possibile, abbia perso la sua carica rivoluzionaria, la capacità di legare la lotta per l’emancipazione femminile a una più ampia battaglia per il rovesciamento dello status quo, e come dietro il cosiddetto girl power si celi in realtà l’accettazione degli stessi valori del sistema patriarcale che crea l’ingiustizia e le disuguaglianze: il denaro, il potere, la sopraffazione del più debole in nome della realizzazione di sé.
Recuperando le teorie del femminismo del Novecento, Perché non sono femminista tenta invece di immaginare nuovi valori e nuove pratiche per costruire un progetto completamente diverso, insieme collettivo e radicale: «una rivoluzione totale in cui alle donne non sia semplicemente permesso di partecipare al mondo come già è, ma in cui siano parte attiva nel riformarlo».

Jessa Crispin (1978), blogger e attivista, è autrice dei libri The Dead Ladies Project e The Creative Tarot. Ha fondato le riviste letterarie online Bookslut e Spolia. Ha scritto inoltre per numerose importanti testate, tra cui il New York Times, il Guardian, il Washington Post e la Los Angeles Review of Books.

Cecilia D’Elia, da tempo impegnata nel governo locale, si occupa di politiche di genere, prevenzione e contrasto della violenza contro le donne. È autrice di L’aborto e la responsabilità. Le donne, la legge, il contrattacco maschile (Ediesse 2008) e del libro per ragazzi Nina e i diritti delle donne (Sinnos 2011) ed è coautrice con Giorgia Serughetti del libro Libere Tutte (Minimumfax 2017)

Giorgia Serughetti è ricercatrice all’Università di Milano-Bicocca. Scrive di donne, migrazioni, asilo. È autrice di Uomini che pagano le donne. Dalla strada al web, i clienti nel mercato del sesso contemporaneo (Ediesse 2013) e coautrice del libro Libere Tutte (Minimumfax 2017)

Incontro con la poeta Jacinta Kerketta

15/05, h 19: presentazione del volume “Brace” presso la Libreria Tuba (Via del Pigneto 39/a). Discuterà con l’autrice la giornalista Marina Forti

Jacinta Kerketta, giovane poeta, attivista e giornalista freelance originaria del West Singhbhum, alla frontiera tra Jharkhand e Orissa, sarà in Italia per un ricchissimo tour promozionale della sua prima raccolta di poesie, Brace (Angor), scritta in hindi e già tradotta in inglese, tedesco e ora italiano per i tipi di Miraggi edizioni.
Le opere di Jacinta Kerketta sono legate alle sofferenze e alla rabbia delle società tribali dell’India e danno voce a storie di sfollamenti, violenza, fame, dighe, guerriglia maoista, corruzione e apatia di chi dovrebbe governare. Emerge risoluto dai suoi versi il punto di vista femminile, assieme ad un forte legame con la terra, la foresta e le acque che costituiscono il fondamento dell’identità ādivāsī e che sono minacciate dalle politiche di sviluppo dello stato indiano.